Monitor CRT e LCD, come sceglierlo?

La scelta di un monitor è importante e deve essere ben ponderata rispetto l’utilizzo che bisogna farne. Non tutti i monitors sono uguali – anche perchè non si capirebbe l’esistenza di prodotti dai prezzi alti – e il parametro con cui sceglere questo prodotto non è sempre e solo il design…

L’utilizzatore inesperto pensa che qualsiasi monitor possa andare bene e, di solito, la scelta tra i vari modelli viene operata sulla base del design piuttosto che sulle caratteristiche tecniche. E’ bene sempre sapere che uso si fa di un computer e delle relative periferiche per scegliere in maniera oculata i prodotti da acquistare perchè il mercato è pieno di modelli che rispondono a costi diversi.
Innanzitutto bisogna capire se vogliamo un monitor CRT (Cathode Ray Tube), più ingombrante perchè dotato di tubo catodico e meno costoso, oppure LCD (Liquid Crystal Display), molto meno ingombrante e più costoso.
Importante è sapere che un monitor tradizionale emette radiazioni, magari poche ma ci stanno a differenza degli LCD che non hanno questo problema.
Per una scelta oculata dell’articolo però dobbiamo imparare a leggere alcune caratteristiche tecniche importanti:

Dimensione del video
Una caratteristica importante è la dimensione del monitor. In passato lo “standard” si attestava sui 14” per poi lasciare il passo ai modelli da 15” ma oggi si parte dal 17” ma sono in molti ad attestarsi sul 19” magari anche “widescreen” ovvero 16:9. Questo formato ci offre maggiore superficie su cui disporre le nostre applicazioni, è ottimo per l’utilizzo di fogli di calcolo complessi che si estendono in orizzontale, applicazioni molto ingombranti ed è il prediletto dai cinefili che amano godersi un film in formato widescreen.

Risoluzione massima e nativa
Il monitor è costituito da una matrice di punti chiamati pixel; la risoluzione rappresenta con quanti di questi viene rappresentata un’immagine. Maggiore è la risoluzione supportata dal monitor e maggiore sarà la qualità dell’immagine per quanto riguarda i monitor di tipo CRT.
Per i monitor LCD bisogna guardare il valore di risoluzione nativa perchè questi modelli rispondono meglio a quella data risoluzione.

Tempo di risposta
Questa caratteristica indica la velocità con cui il video risponde alle immagini in movimento. E’ importante un tempo di risposta basso perchè vi sarà una maggiore accuratezza nella loro rappresentazione.

Rapporto di contrasto e luminosità
Maggiore è il rapporto e maggiore sarà la qualità dell’immagine a video sui monitor LCD. Il rapporto di contrasto è quel valore che viene definito come il rapporto tra il bianco ed il nero.
La luminosità indica la quantità massima di luce di cui può disporre il monitor per metro quadro: maggiore è questo valore e migliore sarà la qualità delle immagini.

Come si può notare da questo articolo, i monitor non devono esser scelti seguendo l’affare o guardandone solo il lato estetico. La dimensione ne fa una caratteristica importante ma vi sono altre informazioni da esaminare attentamente chiedendoci a cosa debba essere destinato!

Monitor CRT e LCD, come sceglierlo?ultima modifica: 2008-06-08T16:05:00+02:00da overflow975
Reposta per primo quest’articolo

Add a Comment