Hardware e Software

Un computer é costituito da due principali elementi: l’hardware e il software. Entrambi vanno di pari passo poiché l’uno é il complemento dell’altro: non può esistere un calcolatore elettronico ove mancasse uno di questi due elementi. Nell’articolo parleremo delle differenze tra hardware e software, software di base (sistemi operativi) e software applicativo.

HARDWARE
Con questo termine si intende qualsiasi parte “fisica” che compone un elaboratore informatico (computer): scheda madre (motherboard), processore (CPU), scheda video (video card), scheda audio (audio card), hard disk, unità cd e dvd, unità periferiche.

SOFTWARE
Una piccola parentesi introduttiva prima di iniziare: “software” in genere viene tradotto con la parola “programma”. Dovendo dare una definizione di quest’ultimo, diremmo che un programma é l’insieme delle procedure definite in un ambiente non fisico. Tali procedure permettono la risoluzione ad un quesito, di un calcolo e vengono definite: algoritmi.
Con il termine “software” si intendono tutti quei prodotti informatici che permettono il funzionamento di un computer. In altre parole il software é l’insieme dei programmi che vengono eseguiti.
Un elaboratore informatico servirebbe veramente a poco se non avesse del software che possa gestire l’hardware presente, elaborare i dati, farci “vedere” a video cosa stiamo combinando!
Il software viene diviso in due grandi famiglie: di base, applicativo.

Preferisco esprimere meglio la differenza tra Hardware e Software con un esempio. Se pensiamo ad una persona, potremmo identificare l’hardware con il corpo mentre il software con il cervello, le intuizioni, le esperienze. La mente conosce il suo “hardware”, lo gestisce e lo fa funzionare tramite processi e schemi ben definiti.

SOFTWARE DI BASE
Con l’espressione “software di base” intendiamo quel programma che sta proprio alla base di un computer: il sistema operativo (Operating System, chiamato comunemente “SO” o “OS”). Esso gestisce tutte le risorse hardware presenti, costituisce una piattaforma operativa per la messa in esecuzione di altri programmi, si interpone tra hardware ed utilizzatore con una interfaccia (testuale o grafica) e molto altro.
I sistemi operativi possono essere:

  • A riga di comando (testuali), esempio: Microsoft MS-DOS;
  • A interfaccia grafica (GUI, Graphical User Interface), esempio: Microsoft Windows, Mac-OS, Linux;

L’adozione dell’interfaccia grafica é stato un grande passo in avanti. Essa ha permesso la diffusione su larga scala dei computers. Prima di ciò, per fare qualsiasi cosa, bisognava conoscere molti comandi testuali e digitarli esattamente (secondo la propria sintassi) all’interno della riga di comando del sistema operativo. Anche un’operazione di copia di un file poteva essere, per i meno esperti, un’operazione travagliata!
Con i sistemi operativi ad interfaccia grafica questo non accade: é semplicissimo compiere l’operazione suddetta tramite un movimento del mouse.
Questa conquista ha reso l’informatica molto più alla portata dei poco esperti, ha permesso maggiore velocità e controllo delle operazioni da eseguire e, non meno importante, ha reso qualsiasi sistema operativo un ambiente più “accogliente”.

SOFTWARE APPLICATIVO
Rientrano nel software applicativo tutti quei programmi che ci permettono di applicarci, per l’appunto, eseguendo – modificando – producendo informazioni. In questa categoria rientrano – chiaramente – programmi quali: word processing (elaboratore di testi), spreadsheet (foglio elettronico), database, software di fotoritocco, videogiochi e quant’altro.
Diciamo, per facilità, che rientrano nel software applicativo tutti quei programmi che non sono software di base!

Hardware e Softwareultima modifica: 2008-11-11T15:36:00+01:00da overflow975
Reposta per primo quest’articolo

Add a Comment