Le reti informatiche, generalità

In questo post tratteremo le generalità delle reti informatiche: cosa sono, come sono classificate e la relativa topologia. Sveleremo cosa sono le reti informatiche, a cosa servono, cosa si intende quando si parla di LAN, WAN, LAN con bus, LAN ad anello (Token ring), LAN a stella, WLAN, Intranet ed Extranet.

Una rete informatica è un collegamento che avviene tra diversi computer anche a grande distanza al fine di condividerne le risorse (hardware e software).
In generale possiamo distinguere due tipi di reti: LAN e WAN.

 

LAN
Il termine LAN sta ad indicare una “Local Area Network” ovvero una rete informatica formata da elaboratori situati nella stessa area: essa può essere posta in essere all’interno di un’abitazione, di un palazzo o di un’area geografica molto localizzata. In genere questa tipologia di rete non ha un numero alto di elaboratori connessi.
Al giorno d’oggi le LAN sono utilissime in contesti aziendali dove rappresentano uno strumento produttivo non indifferente. Basti pensare, tra le altre cose, che possiamo: spostare da un piano all’altro dell’edificio un progetto al quale si sta lavorando, condividere le connessioni verso l’esterno (Internet in primis), comunicare con i colleghi tramite servizi quali posta elettronica et simila, gestire documenti comuni.
Anche nelle abitazioni le LAN iniziano a divenire un ottimo strumento perchè mettendo in comunicazione i vari computers possiamo: muovere le fotografie dell’ultimo compleanno da un computer all’altro, usare una sola stampante per tutti gli elaboratori presenti in casa, archiviare tutti i documenti dentro un unico hard disk e così via.

 

WAN
L’acronimo WAN indica una rete molto più vasta di quella precedente, sta ad indicare infatti una “Wide Area Network” ovvero una rete su ampia area geografica i cui collegamenti avvengono grazie ad infrastrutture quali le linee telefoniche.

 

ARCHITETTURA CLIENT/SERVER
Quando si parla di reti bisogna spiegare cosa sia la cosiddetta “architettura client/server”.
Letteralmente dalla lingua inglese il termine “server” significa “servente” e “client” significa cliente; proprio come in un negozio dove il cliente chiede ad un commesso un artcolo e quest’ultimo lo serve, in questo tipo di architettura vi è un computer client che chiede dei servizi al server il quale, controllando le sue regole interne ed identificando il client, serve la richiesta. In linea semplicistica questa è l’architettura client/server.

 

Prima abbiamo parlato di LAN ma vediamo in che modo sono costituite. Ve ne sono tre tipi:

  • LAN con bus centrale
  • LAN ad anello (Token Ring)
  • LAN a stella

RETE LAN CON BUS CENTRALE
Vi è tale rete quando gli elaboratori sono connessi tra di loro tramite un cavo unico chiamato “dorsale”. Questo tipo è facile da realizzare ma se accade un problema in una zona della connessione la rete verrà suddivisa inoltre il traffico complessivo è elevato perchè esso “corre” lungo tutta la rete.

RETE AD ANELLO (TOKEN RING)
E’ una rete dove i computers formano una sorta di anello e sono collegati ad uno ad uno con il cavo e la trasmissione parte da un computer alla volta. Anche in questo tipo di LAN vi è un elevato traffico. Si chiama “token ring” perchè il computer che ha la possibilità di trasmettere in quel momento possiede un “token” (testimone) che cederà al momento della trasmissione. Tale tipo di rete lavora o nel verso orario od anti-orario e se un computer viene escluso, per un guasto, la rete viaggerà in senso opposto.

RETE A STELLA
Nella rete LAN a stella vi è un apparecchio posto al centro della rete e tutti i computers sono ad esso connessi. Al centro vi può essere un “hub” o un “router” che gestiranno i vari accessi. Nel caso in cui un collegamento da/verso un computer dovesse andare male la rete funzionerà comunque.
Questo tipo di rete LAN non funziona solo se il dispositivo posto al centro della “stella” smette di funzionare.

Trattiamo anche una rete LAN che può rientrare, come topologia, in quelle “a stella”: la WLAN

WLAN
Una WLAN (Wireless LAN – senza fili) è una rete LAN dove l’accesso avviene non tramite cavo ma tramite onde radio ad alta frequenza. Per realizzare una WLAN occorre un “access point” (punto di accesso) che è un aggeggio che è il fulcro della rete. Il raggio d’azione della connessione senza fili dipende dal tipo di apparecchiatura usata, dalla conformazione dell’ambiente, dalla maggiore o minore quantità di interferenze che possono essere generate da campi magnetici.

 

Abbiamo parlato di “hub”, “switch” e “router” ma in cosa differiscono?
Un Hub serve solamente ad incanalare il flusso ricevuto da un elaboratore verso la restante parte della rete, uno Switch può “capire” a quale utilizzatore è diretta la comunicazione ed inviarla solo in quel verso mentre un Router incalana l’informazione inviandola a quel dato computer con maggiori garanzie dello switch.

Quando si parla di reti vengono anche in mente i termini “Intranet” ed “Extranet”.
Intranet è una rete che colloquia con l’esterno (internet) ma che è chiusa dall’esterno se non si hanno delle credenziali per accedervi. Extranet, a differenza della precedente, è più aperta dall’esterno permettendo l’utilizzo in parte.

Le reti informatiche, generalitàultima modifica: 2008-11-11T15:11:06+01:00da overflow975
Reposta per primo quest’articolo

Add a Comment